Rimborsiaggiornato al 29/02/2020

Garanzia Viaggi risponde alle istanze di rimborso avanzate dagli acquirenti di un pacchetto turistico acquistato da una impresa turistica in caso di sua insolvenza o fallimento a condizione che sia iscritta regolarmente al Fondo GV.

L’istanza deve pervenire al Fondo GV, completa della documentazione istruttoria, entro 30 giorni dalla data dell’effettivo rientro qualora il viaggio abbia avuto inizio, oppure entro 30 giorni dalla data in cui si è verificata l’insolvenza o fallimento dell’impresa turistica.
L’istanza di rimborso, comprovante l'acquisto del pacchetto turistico e la mancata o parziale sua fruizione, deve essere inviata a:

Fondo Garanzia Viaggi
Via Nazionale 60 00187 Roma
garanziaviaggi@pecconfesercenti.it


Il Fondo GV non interviene se:

  • l’acquisto riguarda un servizio singolo (solo hotel o solo volo);
  • il contratto di turismo non sia formalizzato nei suoi dati essenziali (firma dell’adv/to, dati del viaggiatore, estremi del viaggio);
  • i pagamenti siano stati effettuati con modalità non tracciabili (es. in contanti);
  • l’istanza riguarda eventi riconducibili a responsabilità contrattuale e/o extra contrattualedell’adv/to;
  • il pacchetto rientri in un viaggio incentive nell’ambito di un Accordo Generale con l’adv/to;
  • l’istanza di intervento non viene inviata tramite posta certificata o tramite plico raccomandato oppure viene ricevuta dal Fondo oltre la scadenza del termine di 30 giorni;
  • il pacchetto turistico è stato acquistato prima che l’impresa turistica abbia aderito al Fondo GV oppure dopo la cessazione della sua adesione.


Il Fondo GV, al termine della verifica documentale, entro 30 giorni dalla presentazione dell’Istanza di rimborso completa della documentazione istruttoria, comunica al richiedente l'ammissibilità alla procedura di rimborso e avvia la pratica presso l’Ufficio Liquidazioni.

L'Ufficio Liquidazioni, esaminata la documentazione, chiede eventuale documentazione integrativa e, entro 90 giorni dalla presa in carico dell’istanza o dal ricevimento della documentazione integrativa, comunica al richiedente l'offerta liquidativa oppure il diniego del ristoro dei danni e le relative motivazioni.

Nel caso venga formulata l’offerta liquidativa, l'Ufficio Liquidazioni, entro 30 giorni dall'accettazione da parte del richiedente, provvede ad erogare tramite bonifico bancario le somme dovute per i danni subìti dal viaggiatore.