D.: L'ammissione alla garanzia del fondo Garanzia Viaggi comporta una corresponsabilità solidale verso le altre agenzie di viaggi?
R.: La responsabilità solidale è limitata ai versamenti effettuati nel conto mutualistico. E' esclusa ogni altra forma di responsabilità solidale.

D.: Nel caso in cui il fondo dovesse subire delle perdite, sono tenuto a effettuare versamenti integrativi?
R.: Il fondo, ai sensi dell'art. 50 del D. Lgs. 179/2011, comma 3°, è riassicurato con primaria compagnia assicuratrice italiana. Nel caso di incapienza del fondo conseguente a perdite, l'impresa assicuratrice sarà chiamata ad intervenire. E' pertanto esclusa l'eventualità che possano essere richiesti versamenti integrativi oltre quelli già effettuati al fondo.

D.: L'impresa assicuratrice che, a seguito di incapienza del fondo, fosse intervenuta per risarcire i turisti clienti di una agenzia di viaggi insolvente, potrebbe rivalersi nei miei confronti?
R.: NO, non è prevista alcuna azione di regresso della compagnia assicuratrice nei confronti delle agenzie di viaggio, salvo verso quella che sia stata oggetto del fallimento.

D.: Da quando decorre la garanzia del fondo?
R.: la garanzia opera a decorrere dal 1° luglio 2016.

D.: Cosa copre il Fondo ?
R.: il fondo copre i rischi di insolvenza e fallimento delle agenzie di viaggi e dei tour operator previsti dall'art. 50 del D. Lgs. 179/2011, comma 2°.

D.: E' obbligatorio aderire alla garanzia del fondo?
R.: gli intermediari e gli organizzatori di viaggi hanno l'obbligo di vendere pacchetti turistici assistiti da polizze assicurative o garanzie bancarie, che prevedano, in caso di insolvenza o fallimento dell'impresa turistica, il rimborso del prezzo versato per l'acquisto del pacchetto turistico e per il rientro immediato del turista. Tali finalità possono essere perseguite anche tramite costituzione di un apposito fondo eventualmente riassicurato.

D.: Se vendo pacchetti turistici esclusivamente acquistati da Tour Operator escludendo ogni forma di organizzazione, sono tenuto ad aderire al fondo?
R.: Si, l'obbligo riguarda sia l'intermediario sia l'organizzatore.

D.: La vendita di biglietteria aerea/ferroviaria etc. deve essere assistita dalla garanzia?
R.: No. La biglietteria venduta come singolo servizio non è soggetta all'obbligo di copertura.

D.: Dopo aver aderito alla garanzia del fondo è possibile recedere?
R.: L'ammissione alla garanzia del fondo è annuale, con tacito rinnovo salvo disdetta da inviarsi con preavviso di 90 giorni.

D.: Se, nell'ambito di un pacchetto turistico da me organizzato, fallisce un operatore della filiera (albergo, vettore etc.), sono coperto dalla garanzia del fondo?
R.: No, il fallimento del vettore rientra nella responsabilità per inadempimento del pacchetto di cui all'art. 43 Codice del Turismo.

D.: Perché devo pagare il contributo al fondo anche per i pacchetti turistici già coperti dalla garanzia del tour operator?
R.: Perché lo prevede espressamente la legge quando impone l'obbligo di prestare la garanzia sia agli organizzatori sia agli intermediari di viaggi. Bisogna tener presente che nel caso in cui il soggetto insolvente fosse l'intermediario, il quale avesse riscosso dal turista il corrispettivo relativo alla vendita di un pacchetto turistico organizzato da terzi, ma non avesse ancora corrisposto il compenso al tour operator, il risarcimento al turista graverà sul fondo dell'ADV e non su quello del tour operator.

D.: La polizza contro i rischi della responsabilità civile dell'agente di viaggio non copre anche il rischio di insolvenza e fallimento?
R.: Il contratto di assicurazione per la responsabilità civile a favore del turista, previsto dall'art. 50 del D. Lgs. 179/2011, comma 1°, copre i danni involontariamente cagionati a terzi per fatto commesso nell'esercizio dell'attività professionale. La garanzia prestata dal fondo copre uno stato, quello di insolvenza o fallimento, e non uno specifico fortuito e involontario evento.

D.: La garanzia del fondo ha un limite di risarcimento nei confronti del turista?
R.: Il turista viene risarcito senza limiti, franchigie o scoperti.

D.: Per le agenzie di nuova apertura che non hanno un bilancio o non sono tenute a presentare gli studi di settore, come viene calcolato il contributo da versare?
R.: Il fatturato minimo su cui viene calcolato il contributo da versare al fondo è pari a ? 100.000,00

D.: Quale è il ruolo di Telematix S.p.a.?
R.: Telematix S.p.a. si coobbliga solidalmente e illimitatamente con l'ADV.

D.: Quale è il criterio adottato per valutare le richieste di ammissione alla garanzia inoltrate dalle agenzie di viaggi al fondo?
R.: A tutela del patrimonio del Fondo e di tutte le ADV che hanno effettuato i versamenti, la selezione sarà molto attenta al fine di evitare di dare copertura a soggetti che potrebbero incorrere nell'insolvenza/fallimento;

D.: Che differenza c'è tra la garanzia prestata dal fondo e la copertura rilasciata da una compagnia assicuratrice?
R.: Il premio versato ad una compagnia assicuratrice è un premio ricorrente, da ripetersi ogni anno, che confluisce nel patrimonio della compagnia a copertura di tutti i rischi che la compagnia stessa ha assunto. Il contributo versato ad un fondo di scopo, che ha ad oggetto sociale la copertura del solo rischio di insolvenza e fallimento di una agenzia di viaggi o di un tour operator, contribuisce ad alimentare la capienza del fondo e a renderlo, nel tempo, congruo per garantire la copertura dei rischi previsti dal codice del turismo. In prospettiva pertanto, il contributo versato ad un fondo è destinato a ridursi progressivamente.